L’anno di Mantova, Capitale Italiana della Cultura

28 marzo 2016


Ha preso il via il lungo anno che vede Mantova protagonista sul palcoscenico nostrano. È proprio la città dei Gonzaga la Capitale Italiana della Cultura 2016, confermando il ruolo di primo piano giocato da secoli come polo di eccellenza dal punto di vista letterario, artistico e musicale.

Patria di Virgilio e luogo in cui confluirono i grandi talenti della storia – da Leon Battista Alberti ad Andrea Mantegna, da Torquato Tasso a Claudio Monteverdi – Mantova ha in serbo per residenti e turisti un ricco programma di iniziative, che regaleranno nuova visibilità a un territorio dal glorioso passato, capace di guardare al futuro. Grazie alla app Mantova sarà possibile essere costantemente aggiornati sul calendario degli eventi, sfruttando le tecnologie più attuali.

Sarà l’arte a farla da padrona, a cominciare dal cuore pulsante della città. La prima produzione del Centro Internazionale di Arte e Cultura di Palazzo Te per Mantova Capitale è l’installazione firmata da Stefano Arienti, Quadri da un’esposizione, un omaggio alla pittura mantovana del Novecento, con oltre duecento opere di artisti locali finora conservate nei depositi del Museo Civico di Palazzo Te. Palazzo Ducale ospiterà una serie di mostre che spazieranno dall’arte moderna a quella contemporanea, mentre la Casa del Mantegna farà da cornice a una mostra sulla Grande Guerra.

Tra il migliaio di eventi in programma spicca Mantovamusica, oltre quarantacinque concerti in scena, fino a dicembre, nei luoghi più belli della città. Anche i consueti eventi ospitati da Mantova si animeranno di nuova vita, come il Festivaletteratura, che celebrerà i suoi vent’anni organizzando incontri con gli autori durante tutto l’anno. Numerosi anche i percorsi alla scoperta del territorio nell’ambito della rassegna I volti della natura in città, con quaranta escursioni per approfondire il rapporto tra Mantova, l’acqua e gli altri elementi naturali.