Le grandi mostre in arrivo al Vittoriano

14 aprile 2016


Il nuovo calendario espositivo del Complesso del Vittoriano a Roma si preannuncia entusiasmante, con un’accoppiata di mostre intitolate – rispettivamente – a un artista che ha saputo rendere memorabile il passaggio dall’Ottocento al “secolo breve” e a un emblema dell’immaginario pop, entrato di diritto nella storia della cultura recente.

Dal 15 aprile all’11 settembre Alphonse Mucha approderà negli ambienti dello storico complesso monumentale capitolino, offrendo al pubblico una dettagliata panoramica sulle opere dell’illustre caposaldo dell’Art Nouveau. Curata da Tomoko Sato, curatrice della Fondazione Mucha dal 2007, riunisce oltre 200 opere, tra dipinti, manifesti, disegni, opere decorative, gioielli e disegni preparatori degli arredi della Boutique Fouquet, che ripercorrono l’intera evoluzione creativa dell’artista ceco, capace di dare nuova linfa all’arte decorativa europea.

Dal 15 aprile al 30 ottobre, invece, Barbie. The Icon attirerà l’attenzione non soltanto dei più piccoli ma anche di un pubblico adulto, raccontando la storia di una vera e propria icona della contemporaneità. Con la curatela di Massimiliano Capella, la mostra narrerà le vicende della notissima bambola, cogliendone le implicazioni sociali, antropologiche e culturali. Dopo il successo ottenuto al Mudec di Milano, l’esposizione raccoglierà ben 380 Barbie, narrando una storia lunga 56 anni e mettendone in luce la portata davvero globale.

Attraverso questi appuntamenti espositivi, il Complesso del Vittoriano punta a guadagnarsi un ruolo sempre più centrale nel contesto romano ed europeo, offrendo una programmazione che risponda alle esigenze di un pubblico davvero variegato, in linea con le tendenze internazionali.