Una Muppet afgana per la salvaguardia dei diritti femminili

16 aprile 2016

zari sesame street muppet bambina afghana diritti donne educational

Risale a pochi giorni fa il suo debutto in Baghch-e-Simsim, la versione afgana di Sesame Street, il programma televisivo educational pensato per i bambini e diventato famoso grazie alla presenza dei Muppet, i colorati e divertenti pupazzi inventati da Jim Henson attorno alla metà del secolo scorso.

Lei si chiama Zari, nome femminile che in lingua dari – la variante afghana del persiano – indica anche il filo dorato dei broccati in seta, ed è un pupazzo con le sembianze di una bimba di sei anni, dalla pelle viola acceso e dai capelli multicolore. Il suo arrivo è stato salutato con grande entusiasmo, specie per l’importante ruolo educativo che giocherà nei confronti dei piccoli spettatori, supportato anche dal Ministero dell’Istruzione.

Vestita con abiti tradizionali ma anche in maniera casual, Zari insegnerà alle bambine l’importanza di andare a scuola e di sognare un futuro lavorativo appagante. Il simpatico pupazzo promuoverà anche il valore di una buona alimentazione e di uno stile di vita sano, puntando l’attenzione sul delicato tema dei diritti femminili in modo intuitivo e giocoso.