Quando i gioielli ricordano i Mobiles di Calder

10 aprile 2016

Konzuk Stellar Collection Draco collana Photo credit Jason Koroluk

Avete un debole per i Mobiles di Alexander Calder, le celebri sculture leggere e dinamiche opera di uno dei massimi geni artistici del Novecento? Probabilmente non vi lascerà indifferenti Stellar, la nuova linea di collane, pendenti, bracciali, anelli, orecchini firmata dalla designer Karen Konzuk.

Ideata come invito a concedersi una pausa, per ritagliarsi momenti di solitudine in cui dedicarsi ai pensieri più intimi e l’ascolto dell’ambiente circostante, Stellar combina polvere di diamante e pasta cementizia tinta di nero.
La serie si distingue per il design minimalista, esaltato dallo scintillio della componente in diamante inserita. Realizzati a mano, uno a uno, i singoli pezzi presentano minime variazioni; prerogativa che rende ciascun elemento un esemplare unico.

Attiva da un poco meno di un ventennio nella progettazione dei gioielli, Karen Konzuk – a capo del brand – attraverso la collezione Stellar continua a espandere la propria ricerca nell’universo dei materiali non ortodossi, mantenendo la preferenza per le forme minimaliste e l’approccio multidisciplinare.
L’impiego di soluzioni non convenzionali, tra cui l’uso del cemento e dell’acciaio inossidabile, è divenuto negli anni una cifra stilistica del brand che, nel 2014, ha ricevuto un premio internazionale di design a Como – per l’innovativa linea di Orbis by K Konzuk – e si appresta – per l’anno in corso – ad avviare in Germania la produzione di un’intera collezione in solo cemento. La collezione Stellar, intanto, sarà presentata ufficialmente a New York, in occasione di ICFF – International Contemporary Furniture Fair.

[Immagine in apertura: Konzuk, Stellar Collection: Draco, collana. Photo credit: Jason Koroluk]