A Stanford, allo studio si unisce la contemplazione

23 maggio 2016

Aidlin Darling Design, Windhover Contemplative Center, Stanford - Stati Uniti. Photo credit: Matthew Millman

Ha già ricevuto importanti riconoscimenti a livello locale, nazionale ed internazionale – ed è in lizza per altri premi – il Windhover Contemplative Center, il padiglione firmato dallo studio di architettura Aidlin Darling Design, edificato per offrire uno speciale “ritiro spirituale” agli studenti dell’Università di Stanford.

Ispirato a una serie di dipinti, il centro si trova all’interno del campus e garantisce agli universitari un rifugio nel quale fermarsi per riprendere fiato dagli intensi ritmi imposti dallo studio e dalla ricerca.
Realizzato nelle immediate vicinanze di un bosco di querce, il progetto combina arte e natura per regalare agli utenti una spazialità capace di indurre alla meditazione e alla contemplazione; per rinvigorire lo spirito e la mente, insomma, per poi riprendere la propria routine con maggiore rilassatezza.
Attraverso l’impiego di ampie superfici vetrate, materiali naturali e l’allestimento di spazi verdi ad accesso privati, questo insolito “santuario del silenzio” concede agli utenti un’esperienza multisensoriale, con sollecitazioni tattili, olfattive e naturalmente visive.

Un luogo che, probabilmente, indurrà in più di un nostro lettore un sentimento di nostalgia verso gli anni della formazione universitaria…