ARTUNE, l’audioguida che unisce arte e musica

12 maggio 2016


Il dialogo fra le discipline creative è un fenomeno ricorrente, soprattutto nel panorama contemporaneo. Foriero di connessioni inaspettate e affascinanti, lo scambio tra ambiti artistici diversi è alla base di Artune, l’innovativo progetto ideato dal rapper Frankie hi-nrg mc e Materie Prime Circolari che ora fornisce un commento d’eccezione alla mostra Da Poussin agli Impressionisti. Tre secoli di pittura francese dall’Ermitage, allestita fino al 4 luglio a Palazzo Madama, a Torino.

Pensata per accompagnare lo spettatore lungo il percorso espositivo, l’audioguida Artune unisce arte e musica grazie a una selezione di brani scelti da dieci artisti italiani, ispirati dai capolavori in mostra. A ciascun musicista sono spettati cinque opere, cinque brani e un commento audio attraverso il quale introdurre il pubblico all’ascolto delle proprie scelte musicali.

Elisa, Simone Cristicchi, Giuliano Sangiorgi, Paola Turci, Andrea Mirò, Neri Marcorè, Andy Fluon dei Bluvertigo, Dario Vergassola, Claudio Coccoluto e Frankie hi-nrg mc sono gli autori di un intenso percorso multisensoriale, a disposizione di quanti vorranno vivere questa nuova forma di storytelling in musica, fruibile anche sulla piattaforma Spotify.

L’idea alla base del progetto è promuovere l’arte usando l’elemento musicale, avvicinando così i giovani ai musei. Proprio come sottolinea Frankie hi-nrg mc, “l’obiettivo è aiutare il pubblico a superare il timore reverenziale per l’arte, il senso d’inadeguatezza che certa scuola ci lascia addosso. ARTUNE è uno spunto, un pretesto per avvicinare tutti alla bellezza”.

[Immagine in apertura: photo Filippo Alfero]