Biennale di Architettura, anche una mostra su Zaha Hadid

12 maggio 2016

Zaha Hadid Architects, Serpentine Sackler Gallery, London. Photo credit: Luke Hayes

Aprirà il prossimo 27 maggio, anticipando di due giorni l’avvio del semestre della 15. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia, la prima retrospettiva postuma dedicata a Zaha Hadid. L’archistar britannica di origine irachena – improvvisamente scomparsa a 65 anni lo scorso 31 marzo a Miami – sarà dunque omaggiata in Italia, nella cornice della più prestigiosa kermesse mondiale di architettura, con una mostra che promette di ripercorrere i suoi 35 anni di carriera professionale.

Dai cantieri attualmente in progress fino ai primi progetti, Zaha Hadid sarà al centro di un evento allestito all’interno del seicentesco Palazzo Franchetti, su iniziativa e con il supporto della Fondazione Berengo, istituzione veneziana attiva nella promozione della lavorazione artigianale del vetro.

Come si apprende dal New York Times, l’idea della mostra era già stata concepita lo scorso ottobre, quando il direttore della Fondazione, Jane Rushton, entrò in contatto con Zaha Hadid durante una visita presso il suo studio londinese. In quell’occasione, si avviarono anche i contatti tra la progettista e lo Studio Berengo, realtà di base a Murano, per la quale Hadid ha progettato una serie di vasi dal marcato aspetto scultoreo, non ancora entrati in produzione.

In attesa di ulteriori dettagli, emergono già le prime indiscrezioni sull’allestimento e sul percorso espositivo, che dovrebbe attenersi ad un criterio cronologico per concludersi con una serie di contributi video. Dopo un esordio affidato ai primi – iconici – disegni e dipinti di Zaha Hadid, relativi anche a strutture che non sono mai state costruite, la mostra dovrebbe concentrarsi su alcune tappe chiave della sua carriera, come il concorso per il Museo Maxxi di Roma e i riconoscimenti conseguiti, tra cui il Pritzker Architecture Prize del 2004. Uno specifico spazio dovrebbe infine essere destinato alla sua nutrita produzione nell’ambito del design, con l’esposizione di elementi di arredo e gioielli, oltre a maquette e fotografie dei suoi allestimenti.