Fotografia e disegno “made in USA” a confronto

10 maggio 2016

Edward Weston, Nude, 1936, © 1981 Center for Creative Photography, Arizona Board of Regents

Con Edward Weston. Il corpo e la linea, CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia di Torino accende i riflettori su uno dei più importanti fotografi della prima metà del Novecento, proponendo una selezione di opere provenienti dalla Collezione dei coniugi svizzeri Philip e Rosella Roll.

Nel percorso espositivo della mostra, il fotografo statunitense Edward Weston – autore precocissimo ed estremamente interessato alla rappresentazione delle figura umana – viene accostato ad alcuni dei più rilevanti interpreti del Minimalismo americano. Le sue fotografie vengono poste in diretta relazione con i disegni di artisti come Dan Flavin, Donald Judd, Sol Lewitt, Fred Sandback e Richard Serra, in un dialogo capace di attivare un’analisi inedita, sondando affinità metodologiche e stilistiche.

Pur con le dovute differenze di registro, il tema della ripetizione risulta essere un aspetto comune, così come la ricerca di canoni geometrici, seppur condotta in ambiti e con metodi eterogenei, associa i due universi affiancati dalla mostra. Le distanze sembrano infatti ridursi, rivelandosi pure apparenza in Edward Weston. Il corpo e la linea., una mostra che svela sensibilità condivise e restituisce uno sguardo nuovo sull’arte del Novecento negli Stati Uniti.

Curata da Francesco Zanot e in programma dall’11 maggio al 14 agosto 2016, la mostra si svolge in contemporanea con Francesco Jodice: Panorama. Si tratta della prima ricognizione sulla carriera del fotografo e filmmaker napoletano, classe 1967, particolarmente attento all’investigazione dello scenario geopolitico contemporaneo, da lui osservato attraverso la fotografia, il video e le installazioni.

[Immagine in evidenza: Edward Weston, Nude, 1936 © 1981 Center for Creative Photography, Arizona Board of Regents]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close