London Design Festival: tutte le novità dell’edizione 2016

15 maggio 2016

London Design Festival_Visionary Crazy Golf

Sarà Visionary Crazy Golf, collocato a Trafalgar Square e reso possibile grazie ad una raccolta fondi su Kickstarter, il landmark della 14esima edizione del London Design Festival, al via il prossimo 17 settembre nella capitale inglese. Con il suo tripudio di strisce colorate, l’insolito campo da minigolf progettato da architetti e designer tra cui Tom Dixon e Zaha Hadid occuperà parte dei gradini di accesso della National Gallery, con un’impronta giocosa e pop.

Luogo simbolo della kermesse londinese fondata nel 2003 sarà anche quest’anno il Victoria and Albert Museum, i cui prestigiosi ambienti ospiteranno installazioni temporanee di grande impatto visivo. Quest’anno sono stati coinvolti il duo londinese Gilthero, artefice di un intervento dinamico realizzato con l’ausilio di corde e l’artista Benjamin Hubert.

Oltre a Trafalgar Square, ulteriori spazi pubblici di Londra cambieranno temporaneamente il proprio aspetto in occasione del Festival; tra questi i Victoria Gardens di Kensington, dove andrà in scena un progetto sulla tematica dell’housing crisis con una serie di “scatole abitabili” di impronta sperimentale. Confermato il programma di talk e workshop tematici, da sempre fiore all’occhiello del London Design Festival, mentre tra le novità merita la segnalazione l’ingresso di Brixton nel circuito dei distretti cittadini: è qui che nel 1947 nacque David Bowie, figura che sarà omaggiata con un progetto completamente dedicato alla sua eclettica carriera artistica.

Il programma del London Design Festival si rafforza inoltre con un’esperienza senza precedenti. Dal 7 settembre e per tre settimane avrà luogo la prima edizione della London Design Biennale, con la presenza di 40 paesi dai 6 continenti chiamati a confrontarsi, nella cornice della Neoclassica Somerset House, sul tema comune Utopia by Design.