Doppio appuntamento con Walker Evans, a Reggio Emilia

31 maggio 2016

Walker-Evans-Alabama-1936

È un bis di appuntamenti espositivi da non perdere, quello proposto da Palazzo Magnani a Reggio Emilia. L’ospite d’eccezione è il fotografo americano Walker Evans, scomparso nel 1975, i cui scatti compongono le due rassegne a lui intitolate, Anonymous e Italia.

Curate da Laura Gasparin e allestite fino al 10 luglio, le due mostre riuniscono oltre 200 fotografie, magazine ed edizioni rare, mettendo in luce le peculiarità stilistiche del pioniere della straight photography. Dominate da un taglio documentaristico austero, le opere di Evans sono caratterizzate da un impeccabile bianco e nero, complementari ai testi di accompagnamenti redatti dallo stesso Evans. La logica del foto-racconto, usata per descrivere la società americana a partire dagli anni Trenta, attraverso i volti dei suoi cittadini comuni, è al centro di Anonymous, che sottolinea così il talento redazionale del fotografo.

La mostra Italia, invece, prodotta espressamente per Fotografia Europea 2016 e per Palazzo Magnani, propone una selezione di fotografie del maestro americano – provenienti da collezioni pubbliche e private nostrane – che hanno ispirato il linguaggio poetico di numerosi fotografi del primo dopoguerra come Gabriele Basilico, Olivo Barbieri, Guido Guidi e Luigi Ghirri.

[Immagine in apertura: Walker Evans, Alabama, 1936]