Non solo diva. Marilyn Monroe sbarca a Torino

29 maggio 2016

USA. New York. US Actress Marilyn Monroe. 1956. @ Eliott Erwitt/Magnum Photos/Contrasto

Avrebbe compiuto 90 anni fra pochi giorni, il primo giugno. Proprio quel giorno il Palazzo Madama di Torino celebrerà il ricordo della diva per antonomasia, dedicando a Marilyn Monroe una mostra omonima, che offre un punto di vista originale sull’esistenza dell’attrice, oltre il luccichio dei riflettori e la notorietà planetaria.

Fino al 19 settembre, 150 oggetti personali appartenuti a Marilyn Monroe – molti dei quali provenienti dalla sua dimora californiana – e lasciati al suo maestro di recitazione Lee Strasberg regaleranno al pubblico uno spaccato della vita privata di una delle star più famose al mondo, descrivendo la donna oltre il mito, come recita il sottotitolo della mostra.

Accessori, abiti, articoli di bellezza, lettere, appunti, contratti cinematografici, spezzoni di film e oggetti di scena faranno emergere il volto nascosto di Marilyn, all’anagrafe Norma Jeane Baker. Non solo icona glamour, l’attrice conservava un lato fragile così come una inesauribile forza di volontà, che la aiutò a raggiungere le vette del successo.

Oltre agli oggetti, provenienti dalla vasta collezione di Ted Stampfer, i cui pezzi furono acquistati nelle aste di Christie’s e Julien’s a partire dal 1999, una serie di scatti inediti e di celebri fotografie – come quelle realizzate da Alfred Eisenstaedt, George Barris e Bert Stern – comporranno il percorso cronologico della mostra.
Senza dimenticare numerosi stralci di film e documentari, una colonna sonora con le canzoni di Marilyn Monroe e l’eccezionale dipinto di Andy Warhol Four Marilyns, ispirato proprio all’iconica diva.

[Immagine in apertura: USA. New York. US Actress Marilyn Monroe. 1956. @ Eliott Erwitt/Magnum Photos/Contrasto]