L’omaggio di Mestre alla street photography

11 maggio 2016


È un ventennio da ricordare, quello che ha visto protagonista sulle scene della fotografia italiana e non il collettivo Mignon, fondato nel 1995 e protagonista della mostra MIGNON 20: Twenty Years of Photography, allestita dal 14 maggio al 12 giugno presso il Centro Culturale Candiani di Mestre.

Per celebrare il ventennale, l’associazione Mignon aprirà le porte dei propri archivi, esponendo una selezione di immagini realizzate non soltanto in base ai canoni della fotografia di strada, ma anche facendo appello alla sperimentazione, con un occhio di riguardo alla storia. Gli scatti di Giampaolo Romagnosi, Ferdinando Fasolo e Claudio Amato sono solo alcune delle opere che scandiscono una storia intensa.

Nell’ambito della rassegna troverà spazio anche CrossRoads, la collettiva di autori italiani individuati da Mignon come i talenti emergenti della fotografia di strada. Fra gli altri, Fatima Abbadi, Enzo De Martino e Stefano Mirabella dimostreranno che la street photography è un genere quanto mai in linea con la contemporaneità.

[Immagine in apertura: Ferdinando Fasolo, Trieste, 1999]