Toni Servillo legge Natalia Ginzburg

1 maggio 2016


Nel centenario della nascita della scrittrice cresciuta a Torino e figura di primo piano della letteratura italiana del Novecento, mercoledì 4 maggio proprio nel capoluogo piemontese, presso l’auditorium del Grattacielo Intesa Sanpaolo, inaugura il ciclo di letture Natalia Ginzburg (1916–2016), storia di una voce, a cura di Giulia Cogoli.

Protagonista della serata il grande attore e regista Toni Servillo (in apertura, nella foto di Luigi Maffettone), che leggerà alcune pagine tratte da Le piccole virtù, una raccolta – scritta nel 1962 – di testi autobiografici e saggistici che ripercorrono la vita della grande scrittrice, i suoi modi di “sentire” fatti, cose, voci: “Per quanto riguarda l’educazione dei figli, penso che si debbano insegnar loro non le piccole virtù, ma le grandi”, scrive la Ginzburg in un passo del libro. “Non il risparmio, ma la generosità e l’indifferenza al denaro; non la prudenza, ma il coraggio e lo sprezzo del pericolo; non l’astuzia, ma la schiettezza e l’amore alla verità; non la diplomazia, ma l’amore al prossimo e l’abnegazione.”