Torna il rock degli Who in Italia

6 maggio 2016


Sono già in vendita i biglietti per due date imperdibili: quelle che vedono il ritorno degli Who in Italia. Questa band – tra le più importanti e longeve della storia della musica – porterà anche nel nostro Paese la tranche europea del suo nuovo tour 50 Hits, che farà tappa in Francia, Spagna, Austria, Germania e Regno Unito, per approdare il 17 settembre alla Unipol Arena di Bologna e il 19 settembre al Mediolanum Forum di Milano.

La tournée – che potrebbe essere l’ultima, vista la dichiarazione del cantante e fondatore del gruppo Roger Daltrey, al suo avvio nel giugno del 2014: “Questo è l’inizio di un lungo addio” – è costruita come un tributo. Vuole infatti celebrare gli oltre 50 anni di brillante carriera degli Who, che hanno venduto oltre 100 milioni di album, dal loro debutto nel 1964.

Di quella storica formazione, composta da Pete Townshend (chitarrista e autore della maggior parte delle canzoni), Roger Daltrey (voce), John Entwistle (basso elettrico) e Keith Moon (batteria), oggi sono rimasti solo chitarra e voce, a cui si aggiungono sul palco tanti altri musicisti, tra cui il batterista Zak Starkey, figlio di Ringo Starr.

Dopo un breve periodo da portabandiera del movimento Mod inglese, gli Who raggiunsero il successo nel 1965, con l’uscita dell’album My Generation, il cui omonimo brano divenne il primo inno generazionale, nonché uno dei pezzi ancor oggi più conosciuti e rappresentativi della band che nei live dà il meglio si sé, riuscendo a esprimere tutta la carica rock di cui è capace.

[Immagine in apertura: Gli Who in concerto alla Wembley Arena di Londra nel luglio del 2013. Photo by Carsten Windhorst / FRPAP.com]