Una raccolta fondi creativa per l’Istituto Nazionale di Archeologia

23 maggio 2016

crowdfunding istituto nazionale archeologia indiegogo

Una compravendita di volumi usati e una campagna di crowdfunding per sostenere gli scavi e il successivo restauro del Santuario Sannitico di Pietrabbondante, in Molise – dove sorgeva un importante centro politico, religioso e militare sannita, tra i più visitati della regione: sono le due azioni attraverso le quali l’Inasa – Istituto nazionale di archeologia e storia dell’arte intende reagire alla difficoltà di reperire finanziamenti.

Come in ogni intervento analogo, anche in questo caso il coinvolgimento spontaneo del pubblico sarà finalizzato a raggiungere specifici obiettivi, elencati con chiarezza su Indiegogo,  il portale attraverso il quale la campagna è stata lanciata.
I giovani archeologici volontari, che hanno scelto di sollecitare l’opinioni pubblica a favore della loro importante attività di ricerca, puntano infatti al raggiungimento di due diverse quote – 10mila e 30mila euro – anche per estendere le indagini archeologiche, ferme oggi al 25% degli oltre 40 ettari del sito.

In linea con lo spirito del crowdfunding, anche in questo caso, i singoli donatori verranno ringraziati per il loro contributo: annunciate visite guidate al sito archeologico, speciali picnic con gli archeologi e l’associazione del nome dei finanziatori a singoli reperti.