Da Tex alla pittura: Fabio Civitelli in mostra a Milano

7 giugno 2016

Fabio Civitelli Tex--Grand-Teton-National-Park Acrilico su tela cm 40x60 2015 Courtesy Ca' di Fra' - Milano / Sergio Bonelli Editore

Non c’è solo Tex Willer, nella carriera artistica e professionale di Fabio Civitelli; fumettista, disegnatore e illustratore nato nella provincia aretina, il cui nome è strettamente collegato al famoso personaggio western da una storia più che trentennale.
A Milano, la galleria d’arte contemporanea Ca’ di Fra’, dal 9 giugno al 29 luglio, dedica a Civitelli una nuova mostra, dopo quella d’esordio del 2012, concentrandosi questa volta sulla sua pittura.

Senza Frontiere raccoglie infatti una ventina di tele dell’autore appartenente alla scuderia della Sergio Bonelli Editore; opere dalle quali emerge con forza la passione per la fotografia e per la storia del cinema, come rivelano le inquadrature e le composizioni.
I quadri in mostra si dimostrano capaci di “raccontare una storia intera in un unico istante“, in una sospensione tra il “tempo dei sogni e dei giochi” e il “tempo della riflessione“. Senza Frontiere mette in luce la poliedricità di Fabio Civitelli, autore capace di condensare le suggestioni provenienti da linguaggio trasversali – pittura, fumetto, fotografia – con esiti sorprendenti.

[Immagine in apertura: Fabio Civitelli, Tex – Grand Teton National Park. Acrilico su tela,
cm 40×60,  2015. Courtesy Ca’ di Fra’, Milano / Sergio Bonelli Editore]