Gli sposi di Rembrandt, riuniti ad Amsterdam

27 giugno 2016

Rembrandt van Rijn, I coniugi Marten Soolmans e Oopjen Coppit, 1634, Rijksmuseum Collection-Musée du Louvre Collection, 2016

È un evento memorabile quello che sta per avere luogo al Rijksmuseum di Amsterdam. Dal 2 luglio al 2 ottobre, il museo olandese farà da sfondo all’esposizione del doppio ritratto realizzato dal ventottenne Rembrandt nel 1634, che rappresenta i neo sposi Marten Soolmans e Oopjen Coppit.

I due dipinti, acquistati all’inizio dell’anno da Olanda e Francia alla cifra di 160 milioni di euro, raggiungono i due metri di altezza e, per quasi quattro secoli, sono stati custoditi dai collezionisti privati che li possedevano. A distanza di così tanto tempo, i due capolavori di Rembrandt trovano finalmente la pubblica visibilità che meritano, accanto alla celeberrima Ronda di notte.

Immortalati da Rembrandt nel cuore della Golden Age olandese, Marten Soolmans e Oopjen Coppit rappresentano una pietra miliare nella pittura dell’epoca, simboleggiando l’affermarsi dell’allora giovane e ambiziosa Repubblica dei Paesi Bassi. Lo coppia, infatti, è ritratta attraverso una resa meticolosa delle vesti sfarzose, emblema di uno status sociale inequivocabile.

Fino ad allora i ritratti in piedi e a grandezza naturale erano spettati esclusivamente alla monarchia e alla nobiltà, mentre l’unica opera di tali fattezze attribuita a Rembrandt sancisce una svolta epocale non soltanto nella storia dell’arte, ma nelle vicende di un intero Paese. Per l’occasione, e per incrementare la valenza pubblica dell’evento, il 2 luglio il Rijksmuseum aprirà gratuitamente i battenti, consentendo ai visitatori di ammirare un’accoppiata di opere entrata negli annali della pittura nordica.

[Immagine in apertura: Rembrandt van Rijn, I coniugi Marten Soolmans e Oopjen Coppit, 1634, Rijksmuseum Collection-Musée du Louvre Collection, 2016]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close