Il grande omaggio del Prado a Hieronymus Bosch

4 giugno 2016


Resta aperta fino all’11 settembre prossimo la grande mostra ospitata presso il Museo del Prado di Madrid, promossa in sinergia con la Fundación BBVA, per commemorare il quinto centenario della scomparsa del pittore fiammingo Hieronymus Bosch. Il 2016 si conferma così un anno interamente dedicato al grande artista, non solo nella sua terra d’origine ma anche all’estero.

Il Prado, del resto, conserva la più corposa e rappresentativa collezione di opere di Bosch al mondo, con capolavori quali tra i quali i trittici de Il giardino delle delizie, L’Adorazione dei Magi e lo Haywain Tryptich.
Dopo i numeri record registrati nei mesi scorsi in occasione della mostra-evento Jheronimus Bosch. Visions of genius (grazie alla quale numerose tele dell’artista sono state eccezionalmente riportate nella cittadina olandese che gli ha dato i natali), con El Bosco: la exposición del V centenario Madrid ospita la prima mostra monografica a lui dedicata nella storia della Spagna. Oltre alle opere già disponibili nella collezione permanente del prestigioso museo, la grande esposizione è stata resa possibile grazie al contribuito congiunto di altre istituzioni europee che si sono rese disponibili attraverso importanti prestiti. El Bosco: la exposición del V centenario rappresenta dunque l’occasione per vedere, riunite insieme, lavori quali la Coronación de espinas dalla National Gallery di Londra e il disegno dell’uomo-albero conservato Albertina di Vienna, da molti considerato un autentico capolavoro.

Infine, nella sezione Los Santos della mostra viene presentato anche il frammento della Tentazione di Sant’Antonio, di recente scoperto nel magazzino del Nelson-Atkins Museum of Art di Kansas City e tuttora oggetto di un acceso dibattito sulla legittima attribuzione.