Gianni Berengo Gardin, autore di un particolare calendario

19 agosto 2016

Backstage Berengo Gardin a Roma

Sono oltre due milioni, i fondi raccolti dalla Polizia di Stato grazie alla vendita del proprio calendario annuale: proventi destinati a progetti curati dal Comitato italiano per l’Unicef Onlus, grazie a una partnership sottoscritta nel 2001.
Una preziosa collezione nel segno dell’arte e della beneficenza che – dopo Massimo Sestini, noto fotografo vincitore del premio General News del World Press Photo – si rinnova nel 2017 con un’altra grande firma della fotografia italiana: Gianni Berengo Gardin.

Originario di Santa Margherita Ligure, dove è nato nel 1930, il celebre fotoreporter è infatti l’autore dei nuovi 12 scatti del calendario 2017 della Polizia, i cui proventi saranno indirizzati al programma Libano – Youth and Innovation, che punta all’integrazione sociale ed economica di giovani a rischio nel paese mediorientale.

Berengo Gardin, protagonista ancora fino al termine di agosto della mostra Vera fotografia al Palazzo delle Esposizioni di Roma, ha raccontato rigorosamente in bianco e nero gli ultimi 50 anni di storia italiana. È autore di immagini ormai icone dei nostri tempi, ma anche di toccanti reportage tra cui quello sulle comunità zingare in Italia.

[Immagine in apertura: Roma, 10 Maggio 2016 – Backstage del fotografo Berengo Gardin alla sede centrale della Polizia Scientifica e Postale – Polo Tuscolana. Fonte: sito internet della Questura di La Spezia]