La fotografia è contemporanea, in Emilia-Romagna

10 settembre 2016

Duane Michals, Self portrait - s.d. 02

Edizione numero 25 per il SI Fest, l’acclamata rassegna che ogni anno prende forma sullo sfondo dell’Emilia-Romagna. Fino all’11 settembre, Savignano sul Rubicone fa da cornice alla rassegna fotografica che, grazie a un nutrito programma di mostre, workshop e incontri, porta in Italia i grandi maestri contemporanei dell’obiettivo.

Accompagnata dall’emblematico titolo Alea iacta est. Sui confini della fotografia, la venticinquesima edizione del festival propone un’indagine sui territori liminali, tanto geografici quanto emotivi. Inaugurata dal celebre Duane Michals – cui è intitolata una delle mostre in programma – la rassegna vede protagonisti, fra gli altri, Danila Tkachenko, Guido Guidi, Andrea Modica, Olivo Barbieri, Toni Thorimbert, Albert&Verzone, Paola Di Bello, Luigi Erba e Michela Benaglia.

Cuore pulsante del festival è il Premio Marco Pesaresi, giunto alla quindicesima edizione, che ha visto la partecipazione di oltre 100 artisti provenienti da numerose aree del mondo – dagli Stati Uniti alla Cina. A conferma del respiro sempre più internazionale assunto dal festival.

[Immagine in apertura: Duane Michals, Self portrait]