Tom Ford, dalla moda alla regia. Il suo film è Leone d’Argento a Venezia

10 settembre 2016

Tom Ford Nocturnal Animals Leone d'argento 73 Mostra cinema Venezia

Sta già facendo parlare di sé il lungometraggio diretto da Tom Ford, alla sua seconda prova registica. Tra i film in concorso nell’ambito della kermesse lagunare dedicata alla settima arte, Nocturnal Animals ha confermato tutto il talento cinematografico del noto stilista, al punto da essersi aggiudicato stasera il Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria: uno dei tre maggiori riconoscimenti assegnati durante la Mostra del Cinema di Venezia.

Interpretato dai carismatici Amy Adams e Jake Gyllenhaal, il film racconta l’avvincente storia di Susan Morrow, la cui vita e il cui matrimonio in apparenza impeccabili nascondono un baratro di infelicità. Contattata dall’ex marito, la protagonista si troverà a leggerne un inedito manoscritto, lasciandosi catturare da una trama che si rivelerà decisamente autobiografica.
Come sottolineato da Tom Ford, il film offre una riflessione in merito alle scelte e alle loro conseguenze e alla necessità – in un contesto sociale come quello odierno, dominato dal culto dell’effimero – di riportare l’attenzione sui legami personali e sui valori che li determinano.

Oltre al talento della moda “prestato” al cinema, a trionfare nella 73. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia sono stati: The Woman who Left, per la regia di Lav Diaz, aggiudicatosi il Leone d’Oro per il miglior film; Amat Escalante e Andrei Konchalovsky, vincitori ex aequo del Leone d’Argento – Premio speciale per la regia – rispettivamente – de La region Savaje e Paradise; Emma Stone, la cui interpretazione in La La Land di Damien Chazelle l’ha portata a conquistare la Coppa Volpi; Oscar Martinez, selezionato per la stessa onorificenza consegnata agli attori uomini, interprete di El Ciutadano Ilustre, per la regia di Mariano Cohn e Gaston Duprat.
Giudicata migliore in assoluto la sceneggiatura di Jackie, film di Pablo Larraín il cui copione porta la firma di Noah Hoppenheim. Infine, la Giuria ha assegnato il Premio Speciale a The Bad Batch, diretto da Ana Lily Amirpour.