La nuova stagione del Teatro Antico di Ostia

8 settembre 2016

Il-teatro-romano-di-Ostia-Antica

Prende avvio con la rassegna Il Mito e il Sogno l’azione di rilancio del Parco archeologico di Ostia antica, intrapresa dalla Soprintendenza per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma.

Dal 10 al 17 settembre, infatti, sul palcoscenico dell’antica città romana andranno in scena spettacoli e interpreti selezionati seguendo il doppio filone della tradizione e dell’innovazione. Curato dall’associazione temporanea di imprese costituita dagli Amici dell’Auditorium Conciliazione, The Base srl, Daniele Cipriani Entertainment, Associazione Culturale Progetto Goldstein e IdeaValore srl, il programma prenderà il via con la Fedra di Seneca.
A cura dell’Inda – Istituto Nazionale Dramma Antico e diretta da Carlo Cerciello, questa produzione arriva ad Ostia dopo il grande consenso ottenuto a giugno, in occasione del debutto al Teatro Greco di Siracusa.

Riflettori puntati quindi sulla danza il 12 settembre, con il decennale dei Carmina Burana proposti dalla compagnia Spellbound Contemporary Ballet; questa versione, con la regia e la coreografia di Mauro Astolfi, oltre alle musiche di Carl Orff, si arricchisce di composizioni di Antonio Vivaldi. Il 16 settembre sarà la volta del coreografo italo­africano Mvula Sungani, con una nuova produzione in omaggio all’Italia.

La musica sarà poi un altro degli ingredienti della rassegna, con un grande protagonista: il 13 settembre Uto Ughi proporrà brani della tradizione musicale europea insieme ai Filarmonici di Roma. A chiudere l’appuntamento saranno i Pink Floyd Legend, in un concerto che evocherà il leggendario Live at Pompeii degli anni Settanta, ma nella cornice di Ostia antica.