Il ricordo visivo di Umberto Eco, firmato Tullio Pericoli

6 settembre 2016


Dall’8 all’11 settembre si rinnova l’appuntamento con il Festival della Comunicazione, giunto alla terza edizione sullo sfondo dell’incantevole Camogli. Oltre 130 ospiti italiani e internazionali, provenienti dal mondo della letteratura, della scienza, della psicologia e, ovviamente, della comunicazione, animeranno la rassegna con workshop, incontri, spettacoli e mostre.

Il tema di quest’anno, scelto da Umberto Eco prima della sua scomparsa, è il world wide web, a venticinque anni dalla pubblicazione del primo sito internet. Proprio a Eco sarà dedicata la mostra Quanti ritratti, caro Umberto, un’eccezionale raccolta di schizzi e disegni creati dall’artista Tullio Pericoli ispirandosi all’amico di una vita.

Quasi un centinaio di ritratti – esposti durante le giornate del festival nella Sala Consiliare del Comune di Camogli – da quelli ufficiali, diffusi attraverso la stampa, a quelli fatti per gioco, racconteranno la storia di un’amicizia nata negli anni Settanta e cresciuta al confine tra arte e vita quotidiana.