L’architettura effimera di Edoardo Tresoldi incanta gli USA

1 ottobre 2016

La performance di James Mc Vinnie all'Eaux Claires Festival nella scultura Baroque di Edoardo Tresoldi @ Nicola Formicola

Dalla Puglia agli Stati Uniti, sempre nel segno della rete metallica e dell’architettura effimera. Dopo lo straordinario successo ottenuto nei mesi scorsi in provincia di Foggia – con la ridefinizione dei volumi di un’antica basilica, risalente al XII secolo, attraverso un’incredibile maglia metallica  – oltreoceano Edoardo Tresoldi ha firmato Baroque.

Questa nuova scultura trasparente è stata impiegata come cornice in occasione dei concerti dell’Eaux Claires Festival, un evento prodotto da Aaron e Bryce Dessner (The National) e da Bon Iver, che si è svolto il 12 e 13 agosto a Eau Claire, nello Stato del Wisconsin.
Combinando suggestioni provenienti dalla musica con sollecitazioni legate alle arti visive, Tresoldi, il direttore creativo del festival Michael Brown e il musicista James McVinnie hanno sviluppato insieme lo scenografico intervento.

Impiegando reti metalliche, Baroque riproduce la forma di un organo e, al proprio interno, ha ospitato un vero e proprio organo classico. A suonarlo sono stati gli artisti selezionati per Festival, tra cui James McVinnie, collaboratore di Arcade Fire e Martin Creed, e Griffin McMahon, durante le loro esibizioni. Tresoldi, che ha già operato nel contesto dei grandi eventi – i suoi lavori sono stati scelti nel 2014 per il Sanfest in Spagna e per il Life Is Beautiful Festival di Las Vegas – si è di nuovo messo alla prova con un appuntamento temporaneo.
Questa volta però, la sua opera si candida a divenire un nuovo landmark per la città statunitense: al termine del festival, la gigantesca Baroque è stata regalata alla città per essere collocata, in modo permanente, in uno dei suoi parchi urbani.

[Immagine in apertura: La performance di James Mc Vinnie all’Eaux Claires Festival 2016, all’interno della scultura Baroque di Edoardo Tresoldi. Photo by Nicola Formicola]