Ulay e il corpo dell’artista, tra performance e fotografia

16 ottobre 2016

Autodefinitosi "il più famoso artista sconosciuto", Ulay è al centro di un'ampia retrospettiva alla Schirn Kunsthalle di Francoforte, aperta fino all'8 gennaio 2017. Concentrandosi su un periodo di 46 anni - dal 1970 al 2016 - la carriera dell'artista tedesco - nonché autore di diverse performance realizzate in partnership con Marina Abramovic - viene sondata attraverso un corpus di oltre 150 opere, tra fotografie e filmati, oggetti e sculture, opere su carta e documentazioni di progetto.