A Varallo via al restauro di una cappella al Sacro Monte

12 gennaio 2017

Sacro Monte di Varallo, Cappella-11-Strage-degli-Innocenti

Sia la Cappella della Strage degli innocenti al Sacro Monte di Varallo, in Piemonte, sia le oltre 80 statue in terracotta policroma – tutte a grandezza naturale – che descrivono l’’episodio contenuto nel Vangelo di Matteo e sono conservate all’interno dell’edificio verranno restaurate con un intervento a cura della Isabel und Balz Baechi Stiftung (IBBS) di Zurigo e della fondazione Ernst Göhner di Zug.

Il doppio contributo che proviene dalla Svizzera renderà possibile il risanamento e la conservazione della struttura situata in provincia di Vercelli, compresa nel circuito del Sacro Monte di Varallo, dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 2003.
In particolare, la Fondazione Isabel und Balz Baechi – organismo senza fini di lucro di riconosciuta fama, che opera da tempo in difesa dei dipinti murali su scala mondiale, con particolare riguardo proprio per i siti UNESCO – ha investito circa 400mila euro. Tra gli interventi già messi a segno da questa Fondazione si segnalano il restauro di altre due Cappelle – nel 2012-2013 quella del Battesimo di Cristo e, nel 2014, della Cappella di Cristo avvolto nella Sindone – dei templi tibetani e di Palazzo Malacrida a Morbegno, un edificio in Valtellina che presenta decorazioni di epoca settecentesca.

[Immagine in apertura: photo by Mattana, fonte Wikipedia]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close