Giornata della Memoria: Firenze ricorda Giorgio Castelfranco

24 gennaio 2017

Alberto Savinio, Ritratto di Giorgio Castelfranco, matita su carta, Collezione privata

Apre i battenti, in concomitanza con la Giornata della Memoria 2017, la mostra Giorgio Castelfranco (1896-1978). Curatore, mecenate, difensore d’arte che, nella Sala del Camino – Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi, a Firenze, ricorda un protagonista della salvaguardia del patrimonio culturale italiano.

Curata da Claudio Di Benedetto, l’esposizione si concentra sul percorso umano e professionale dell’ex direttore delle collezioni di Palazzo Pitti, “vittima delle leggi razziali, clandestino operatore per la libertà del Paese e per l’integrità del suo patrimonio artistico, conoscitore, fautore e mecenate dell’arte contemporanea“. In particolare, il percorso espositivo si sofferma sul legame fra Castelfranco e l’artista Giorgio de Chirico, del quale fu oltre che amico, anche mecenate e collezionista.

[Immagine in apertura: Alberto Savinio, Ritratto di Giorgio Castelfranco, matita su carta, Collezione privata]