Fabrizio Garghetti, il fotografo dei performer

17 febbraio 2017


Si intitola Storia fotografica dell’Avanguardia Contemporanea la mostra che, fino al 10 marzo prossimo, vede protagonisti gli scatti di Fabrizio Garghetti, esposti negli ambienti milanesi della Fondazione Mudima. Una ricognizione visiva sugli sviluppi della performance al confine tra arte e teatro, raccontati da un interprete d’eccezione.

Corpi e gesti dei performer sono al centro degli scatti di Garghetti che, più di chiunque altro, ha saputo immortalare una pratica d’avanguardia sviluppatasi a partire dagli anni Settanta. Pina Bausch, Merce Cunningham, John Cage e Robert Filliou sono solo alcuni degli artisti ritratti da Garghetti, prezioso testimone di interventi per loro stessa natura effimeri.

Come sottolinea Gillo Dorfles: “Chi meglio di un fotografo poteva fissare e sottolineare queste performances? Anzi: cosa resterebbe delle stesse senza la ripresa fotografica (e filmica eventualmente)? Se, tra i tanti che hanno ripreso le azioni di questi e altri artisti del corpo, c’è un fotografo che li ha seguiti passo passo per più di un quarantennio con amore e con straordinaria fedeltà, ma anche con humour e con abilità tecnica, questi è appunto Fabrizio Garghetti”.