Toulouse-Lautrec sbarca a Washington

4 febbraio 2017


È una mostra davvero affascinante quella che ha da poco aperto i battenti presso la Phillips Collection, a Washington. Le ragioni balzano all’occhio fin dal titolo della rassegna allestita nella sede americana fino al 30 aprile prossimo: Toulouse-Lautrec Illustrates the Belle Époque.

L’esposizione rende infatti omaggio a uno degli artisti più conosciuti di sempre, puntando i riflettori sulle opere realizzate da Henri de Toulouse-Lautrec ricorrendo alla tecnica litografica e offrendo agli spettatori l’occasione di ammirare una preziosa raccolta di stampe rare e poster.

Nato in una famiglia aristocratica, l’artista scelse di vivere a Parigi, trovando nel quartiere di Montmartre il contesto ideale in cui poter esprimere al meglio la propria creatività e il proprio amore per la vita, nonostante la malattia genetica che lo aveva colpito.

Frequentatore dei più famosi locali dell’epoca, come lo Chat Noir e il Moulin Rouge, Toulouse-Lautrec amava ritrarre lo spirito bohémien della Belle Époque, caratterizzata da un’incredibile vitalità e, al tempo stesso, da un diffuso senso di decadenza. Appassionato di litografia sin dal 1891, l’artista contribuì a rivoluzionare questa tecnica, usando colori vividi e proporzioni accentuate. La raccolta in mostra a Washington, presentata per la prima volta negli Stati Uniti, evidenzia l’incredibile talento dell’artista nell’elevare la litografia al rango della pittura.