Lo spettacolare esordio di Santiago Calatrava a Londra

7 febbraio 2017

Santiago Calatrava, Peninsula Place ©Uniform

Santiago Calatrava debutta a Londra con un incarico ricevuto dalla società Knight Dragon. Il noto architetto-ingegnere di origine spagnola, autore di interventi in tutto il mondo contraddistinti dal ricorso a strutture zoomorfe, approda nella capitale inglese firmando il progetto cardine di Peninsula Place, un complesso destinato a riscrivere nei prossimi anni l’aspetto della penisola di Greenwich.

L’operazione, con un investimento complessivo pari a 8,4 miliardi di sterline, è finalizzata alla realizzazione di un nuovo distretto, al cui interno saranno predisposte oltre 15mila unità abitative. La struttura progettata da Calatrava, con i suoi 130mila metri quadrati di sviluppo superficiale, avrà un’accezione multifunzionale.
Andando ad affiancare l’O2 Arena, progettata da Sir Richard Rogers, cercherà di attivare una connessione con la storia e l’identità costruttiva della città. A indicarlo è stato lo stesso progettista, che si è espresso in termini di “omaggio al ricco patrimonio architettonico di Londra e alle grandi opere di Paxton e Brunel”.

Osservando i render del progetto, il nuovo landmark urbano della metropoli sarà caratterizzato dalla presenza di tre torre svettanti, tutte destinate a uffici. A unificarle sarà una copertura vetrata, definita da esili colonne arboriformi attraverso le quali Calatrava intende evocare la lezione dei grandi progettisti del passato. All’interno del complesso, è stata annunciata anche la presenza di un teatro, un cinema, un centro benessere, un hotel e 800 residenze, provviste di terrazze verdi. Prevista anche la realizzazione di un iconico ponte strallato, che andrà così ad aggiungersi agli oltre 50 già realizzati da Calatrava in varie città del mondo.