Dall’Estonia a Firenze, una mostra sulle ‘Visioni dal Nord’

3 marzo 2017


Atmosfere, colori e paesaggi dell’Estonia debuttano a Firenze grazie alla mostra Visioni dal Nord. Pittura estone dalla collezione Enn Kunila, 1910 – 1940, al via sabato 4 marzo. Per la prima volta, il capoluogo toscano accoglie una selezione di opere provenienti da una delle più grandi raccolte private di pittura moderna dell’Europa nordorientale.

Un’occasione che nelle sale del Museo Novecento – nella centralissima Piazza Santa Maria Novella – permetterà di conoscere i lavori e gli stili di artisti ancora poco noti al pubblico italiano, come Ants Laikmaa, Elmnar Kits, Villem Ormisson, Endel Koks, Nikolai Triik e Herbert Lukk.
Anche grazie all’influenza esercita dalle correnti artistiche internazionali, come fauve e post-impressioniste, furono questi i pittori a gettare le basi per la nascita della pittura moderna in Estonia. In particolare, Visioni dal Nord si concentra sulla produzione e sulla figura di Konrad Mägi (sua la Venezia rappresentata in apertura): scomparso nel 1925, viene considerato il primo pittore della modernità estone.

La mostra, a cura dello storico dell’arte Eero Epner, è associata a un programma di film, visite guidate e conferenze per l’intero trimestre di apertura.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close