Il romanzo di Céline ispira l’arte di Anselm Kiefer

2 aprile 2017


Tra i più importanti artisti viventi, il tedesco Anselm Kiefer firma una
grande installazione ispirata al volume Viaggio al termine della notte di Louis-Ferdinand Céline.
Inaugurata il 1 aprile e allestita negli spazi di Copenhagen Contemporary – no-profit danese attiva dal 2015 che dall’agosto scorso occupa un affascinante dock di oltre 3mila metri quadri, nel porto della città – l’opera si articola in quattro dipinti e quattro sculture in piombo a forma di aeroplani.

Il monumentale intervento intende porsi come occasione di meditazione sui drammi della guerra, con un diretto riferimento anche alla convulsa scena politica contemporanea.
Oltre alle connessioni con il romanzo del controverso scrittore francese, pubblicato nel 1932 ed evocato nella sua dimensione misantropa e nichilista, nell’opera di Kiefer confluiscono fotografie scattate da lui nel corso dei viaggi nel deserto del Gobi (1993) e memorie del Book of Franza, nel quale l’autrice – l’austriaca Ingeborg Bachmann – cerca invano conforto nella sterilità del deserto.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close