Inaugurata ad Ancona la fontana firmata da Enzo Cucchi

4 giugno 2017


Porta la firma di un noto esponente della Transavanguardia, la Fontana dei due soli inaugurata pochi giorni fa nel Porto antico di Ancona. L’intervento di Enzo Cucchi si inserisce in un contesto architettonico di grande prestigio, animato dall’Arco Clementino di Luigi Vanvitelli e dall’Arco di Traiano di Apollodoro di Damasco, simboli evocati anche dall’opera di Cucchi.

Lunga 15 metri, la fontana, le cui parti in ceramica sono state realizzate da artigiani fiorentini, è dotata di 13 bocche, richiamando un’altra opera cittadina, la Fontana del Calamo, detta anche “delle 13 Cannelle”. Le bocche disegnate da Cucchi assumono la forma di mani tratteggiate nell’atto di ricevere e sul loro palmo campeggia l’agontano, la moneta di Ancona al tempo della Repubblica marinara.

Pensata per diventare un luogo di aggregazione, ma anche di quiete e riposo, la Fontana dei due soli richiama nel nome la peculiarità di Ancona, unica città italiana in cui si può ammirare il sole sorgere e tramontare. L’opera, inoltre, è dotata di un passaggio centrale che può essere attraversato, a riprova della volontà di interazione con il pubblico alla base del progetto.