A Tokyo, Gundam Unicorn protegge l’isola di Odaiba

13 ottobre 2017


Difficilmente, nel corso di un viaggio a Tokyo, si può sfuggire alla tentazione di vedere con i propri occhi Odaiba, la grande isola artificiale sorta nel corso degli anni Novanta nella baia della capitale nipponica. Qui si concentrano architetture e infrastrutture visionarie e ardite, come la sede dell’emittente televisiva giapponese privata Fuji TV, uscita dalla mente dell’architetto giapponese Kenzō Tange e contraddistinta dall’iconico osservatorio realizzato all’interno di una sfera sospesa.
Obaida è anche la destinazione di riferimento per quanti sono alla ricerca di intrattenimento, grazie alle accattivanti proposte dei musei e dei parchi locali; in un certo senso, il divertimento inizia già durante il trasferimento dal centro città, affidato a un sistema di treni senza conducente che si snoda tra i grattacieli e offre viste mozzafiato della baia.

Negli ultimi anni, la fama di Obaida è stata accresciuta anche dalla presenza del Gundam gigante posizionato di fronte all’ingresso del centro commerciale DiverCity. Originariamente realizzata per celebrare il 30esimo anniversario della creazione della celebre serie anime, nata nel 1979, la riproduzione del robot ha accolto i visitatori di Odaiba per alcuni anni. Svettante dall’alto dei suoi 18 metri, a orari prefissati si attivava con speciali “animazioni” e alcuni movimenti.
Nelle scorse settimane, è stato finalmente svelato il nuovo Unicorn Gundam: alto oltre 19 metri di altezza, ha sostituito il modello precedente – ovvero l’RX78-2 – rimosso nel mese di marzo. Tra i promotori dell’iniziativa, anche questa volta, c’è Bandai Inc., cui si deve anche l’apertura e gestione di uno shop interamente dedicato al protagonista e agli altri personaggi della serie.

Secondo quando indicato dalla stampa giapponese, anche questa porzione della città sarà coinvolta nei Giochi Olimpici Tokyo 2020. E, c’è da scommetterlo, il nuovo Unicorn Gundam sarà uno dei punti di riferimento per i visitatori internazionali che assisteranno dal vivo alle competizioni sportive.