Anche un documentario per il decennale della Fondazione Albini

13 ottobre 2017


Il 2017 è stato un anno importante per la Fondazione Franco Albini. A dieci anni dalla sua istituzione, che coincide con il quarantennale della scomparsa dell’architetto e designer icona del Razionalismo, l’istituzione milanese ha infatti promosso e curato il progetto multidisciplinare Il segno tra ieri e domani.
Sostenuto da una pluralità di partner, il programma ha assunto forme diverse nel corso dei mesi, con uno sguardo rivolto anche alle giovani generazioni: tra gli appuntamenti, si ricordano la retrospettiva La Sostanza della Forma, al Politecnico di Milano, seguita dalla monografica con un focus sulla fotografia negli spazi della Fondazione, i laboratori per i designer di domani e le iniziative in concomitanza con l’ultima edizione della Milano Design Week, con uno sguardo rivolto anche alla street art e al teatro.

Realizzare 10 eventi nell’arco di 10 mesi, rivolti a target tanto diversi tra loro – ha osservato Paola Albini, vicepresidente della Fondazione – ci ha dato l’oppor­tunità di comprendere meglio l’esigenza di comunicare una cultura del progetto ancora utile alla contemporaneità e di identificare meglio i bisogni.”
A chiudere questo ciclo sarà la proiezione, in anteprima assoluta, del trailer del documentario Franco Albini uno sguardo leggero, in programma il 17 ottobre alle 18:30 (prenotazione obbligatoria, via mail scrivendo a info@fondazionefrancoalbini.com). Prodotto da Fondazione Franco Albini e Sky Arte HD, in collaborazione con Timex Archive, e realizzato da 3D produzioni, sarà successivamente presentato al Milano Design Film Festival 2017. La proiezione in versione integrale è prevista per le giornate del 21 ottobre (alle 12:00) e del 22 ottobre (alle 16:30).

Tra la precarietà delle mode del momento, la cultura di opere che hanno resistito al tempo rappresenta un solido punto di riferimento su cui costruire il nostro futuro. A mio parere occorre recuperare quel pensie­ro sostenibile che muoveva gli architetti Razionalisti. Quella ricerca dell’essenza che risponde alle esigenze di ogni tempo“, ha osservato ancora Paola Albini.