Un nuovo teatro per Roma

16 ottobre 2017


Innovazione, accessibilità e formazione. Si può racchiudere in questa triade di concetti il senso del progetto messo in campo da Giorgia Mazzucato e da Maria Beatrice Alonzi a capo de La SITI – Scuola e Produzione Internazionale di Teatro Stabile di Roma. Da pochi giorni il “quartier generale” della scuola è la nuova sede del Teatro Stabile di Roma, in via Assisi 33, ospite di una stagione che guarda alle giovani leve della creatività.

La funzione sociale del teatro è l’idea cardine attorno a cui ruotano le iniziative promosse da La SITI, che nei prossimi 12 mesi inviterà artisti del calibro di Giancarlo Giannini, Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Stefano Benni, Erri De Luca, Paolo Rossi e Massimiliano Vado a innescare un dialogo con le nuove generazioni di amanti del teatro.

Inaugurato da Viviamoci ‒ spettacolo vincitore del San Diego Fringe Festival 2017, sezione Outstanding International Artist ‒ il serrato palinsesto vedrà poi protagonista la rassegna Il Teatro oltre lo Specchio, animata dagli spettacoli de La SITI, fra cui E alla fine arriva Godot, basato sulla diretta partecipazione del pubblico, che sarà chiamato a intervenire anche nella messa in scena di Love_me e Otto.