A Firenze, un’immersione nell’Impressionismo di Monet

17 novembre 2017


L’architettura raccolta e avvolgente della chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte, a Firenze, accoglie Monet experience and the Impressionists, nuovo appuntamento espositivo che tiene accesi i riflettori sull’esperienza artistica che ha rivoluzionato la pittura europea sul finire del XIX secolo. A partire dal 18 novembre, nel centro storico fiorentino a due passi da Palazzo Vecchio e da Piazza della Signoria, i visitatori potranno infatti misurarsi con le atmosfere di un nuovo percorso digitale immersivo, progettato da Crossmedia Group.

Filo conduttore dell’appuntamento è un confronto tra Claude Monet e gli altri esponenti della corrente impressionista; autori che hanno condiviso l’interesse verso la rappresentazione dei contesti naturali in una dimensione rigorosamente en plein air.
Con la regia di Fake Factory e la consulenza alla direzione artistica di Sergio Risaliti, Monet experience and the Impressionists propone una narrazione di 65 minuti, nel corso della quale i capolavori senza tempo dei Maestri impressionisti verranno riprodotti attraverso un allestimento innovativo. Questo suggestivo susseguirsi di quadri digitali, privi di tela e cornice, permetterà di cogliere nelle singole opere tanto i dettagli che sfuggono all’osservazione rapida, quanto le scene nella loro integrità.

Ad accompagnare questo affascinante percorso visivo, fruibile da tutti, è la colonna sonora concepita per l’appuntamento, con brani di Debussy, Saint-Saëns, Gounod, Fauré, Offenbach e Bizet.
Con l’obiettivo di enfatizzare l’intensità delle immagini generate dai grandi dispositivi video, sono stati predisposti anche una serie di stimoli olfattivi. Appositamente creati da Aromantique, questi profumi naturali andranno a legarsi alle 20 scene dell’installazione. A disposizione degli utenti ci saranno inoltre i visori Oculus VR, per un’estensione in tre dimensioni delle atmosfere concepite dagli impressionisti.

Aperta tutti i giorni, fino al 1 maggio 2018, e anticipata dalle precedenti esperienze di Incredible Florence, Klimt Experience e Da Vinci ExperienceMonet experience and the Impressionists sarà affiancata, a partire dal 26 novembre, dal programma delle matinée domenicali di danza. Gli artisti della Lyric Dance Company, nel corso della rappresentazione immersiva, presenteranno speciali interventi coreografici ispirati a Monet e al mondo impressionista, misurandosi con suoni, colori e stimoli del progetto multimediale.