La storia del punk americano sbarca su Instagram

17 novembre 2017


Sono trascorsi più di 40 anni da quando la fotografa autodidatta Julia Gorton approdò nella Grande Mela dall’originario Delaware, eppure la sua storia è ben viva nel tempo presente. Le ragioni sono semplici e affascinanti: la Gorton, munita della sua inseparabile Polaroid, immortalò la fervida scena punk newyorkese dell’epoca.

Frequentatrice dei concerti ospitati dai locali della metropoli americana ‒ primo fra tutti lo storico CBGB ‒ la Gorton iniziò a rivolgere l’obiettivo della Polaroid verso i musicisti che stavano dando forma alla corrente punk nelle sue declinazioni oltreoceano. Tom Verlaine, Debbie Harry e Billy Idol sono solo alcune delle personalità che animano gli scatti e che, grazie alle attuali tecniche di fotoritocco, stanno guadagnando “nuova vita”.

Intenzionata a riprendere in mano un archivio fotografico costruito nell’arco di anni, la Gorton è infatti intervenuta sulle Polaroid usando le moderne tecnologie e facendo emergere dall’oscurità degli scatti volti e atmosfere che sembravano scomparsi per sempre. Ma non finisce qui: l’autrice ha deciso di pubblicare le preziose immagini su Instagram, riscuotendo un successo planetario.