Il Pierino e il lupo di Prokofiev, secondo Paolo Rossi

7 novembre 2017


Il russo Sergej Prokofiev compose nel 1936 la favola in musica Pierino e il Lupo Op.67 con una spontaneità compositiva che affascina e coinvolge ancora oggi tanto il mondo dei piccoli quanto quello dei grandi. Ora quella stessa freschezza sarà riproposta – giovedì 9 novembre, all’Auditorium Pollini di Padova – dall’interpretazione di uno degli attori teatrali più originali e irriverenti della scena italiana: Paolo Rossi.
Il suo ruolo sarà quello della voce recitante di questa fiaba musicale universalmente nota – che rileggerà secondo il proprio estro – accanto a quello degli strumenti dell’Orchestra di Padova e del Veneto, in quanto personaggi della storia. Una storia semplice, quella di Pierino e il Lupo, ma sempre coinvolgente, scritta per flauto, oboe, clarinetto, fagotto, tre corni, tromba, trombone, timpani, percussioni e archi dal famoso compositore russo, rappresentante eccelso del neoclassicismo novecentesco. Il concerto è la seconda data della 52esima stagione concertistica della OPV,  intitolata Teatri del suono e diretta da Marco Angius.