Quando la musica ispira l’arte: una collettiva a Milano

21 novembre 2017


In concomitanza con la Milano Music Week, la Galleria Spaziotemporaneo ospita la collettiva Gibson Brands: The Sound Of Art, un appuntamento espositivo frutto dell’incontro tra alcune delle voci che operano nel settore delle arti visive in Italia – pittori, scultori, designer, writer e illustratori – e il gruppo Gibson, storico brand statunitense produttore di strumenti musicali e chitarre.
Kayone, Andy, Maui, Giovanni Motta, Alessandro Ottolina e Pietro Travaglini sono gli autori scelti per questo speciale progetto artistico, i cui esiti animeranno gli spazi della galleria milanese – attiva da un trentennio con iniziative che hanno dato visibilità ad artisti emergenti e non della scena nazionale e internazionale – fino al 26 novembre.

Dalla fusione tra musica e arti visive sono nate opere inedite, realizzate trasformando chitarre, microfoni o casse altoparlanti dell’azienda in oggetti che “prendono a vivere una nuova dimensione“. Per ciascuno degli autori coinvolti, inoltre, saranno esposte anche opere che testimoniano il linguaggio e lo stile individuali.
Il percorso espositivo comprende, tra gli altri lavori, E-Music Design, la serie formata da tavolino, seduta e lampade da appoggio creata da Alessandro Ottolinain collaborazione con l’imprenditore del design Alberto Gazzarata. Andy, illustratore, musicista noto al grande pubblico come  fondatore del gruppo Bluvertigo è presente con l’applicazione sulle chitarre del cosiddetto FLUon (nell’immagine in apertura), la sua “filosofia ispirata alla pop art trasfigurata nell’esplosione di tinte fluorescenti“.