Cezanne, Picasso, Fontana: la migliore grafica del Novecento in una mostra

6 febbraio 2018


C’è tempo fino all’11 marzo prossimo per visitare la mostra ospitata negli spazi espositivi del MUST – Museo del Territorio di Vimercate. Con Il segno del ‘900. Da Cézanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana, l’istituzione culturale lombarda analizza il secolo scorso puntando l’attenzione sulla produzione grafica.
Curata da Simona Bartolena, la mostra riunisce infatti 85 opere grafiche per offrire una preziosa testimonianza dell’interesse nutrito da molti grandi artisti dell’Ottocento e del Novecento verso la stampa, riconoscendo in essa un utile strumento per sperimentazioni tecniche, anche ardite.

Con una visione estesa dalle correnti che nacquero alla fine dell’Ottocento fino ai movimenti del secondo dopoguerra, Il segno del ‘900. Da Cézanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana punta a riaffermare l’importanza della stampa d’arte come mezzo espressivo autonomo, nonostante in Italia il suo rilievo sia stato spesso offuscato dalla pittura e dalla scultura.
Molti gli autori selezionati per questo “viaggio” alla scoperta della grafica – da Picasso e Matisse, da Pechstein a Dix, da Kandinskij a Klee, da Miró a Giacometti, da Hartung a Dubuffet, da Vedova a Fontana – che fornisce anche l’espediente per una rilettura della storia dell’arte su scala europea.

Come ha osservato Emilio Russo, Assessore alla Cultura del Comune di Vimercate, le opere selezionate “esposte in un luogo destinato alla valorizzazione dell’arte, della creatività e della cultura, raccontano il mondo, lo interpretano, lo stravolgono, con gli artisti che inventano equilibri impossibili, con una luce improvvisa proiettata sull’esperienza umana.”