A Milano l’arte va in fiera, con miart

9 aprile 2018


La nuova edizione di miart sta scaldando i motori. Dal 13 al 15 aprile, la fiera d’arte moderna e contemporanea accoglierà il pubblico negli spazi di fieramilanocity, offrendo una panoramica sulla produzione creativa dagli inizi del Novecento a oggi.

Giunta al 23esimo appuntamento, la fiera, diretta per il secondo anno da Alessandro Rabottini, potrà contare sulla presenza di 184 gallerie internazionali provenienti da 19 Paesi e 4 continenti, che metteranno in campo un’ampia selezione di opere di arte moderna, contemporanea e di design in edizione limitata.
Il tutto, suddiviso in sezioni ‒ Established, Emergent, Decades, Generations, Object, On Demand ‒ che sintetizzano i principali nuclei cronologici e tematici della fiera.

Confermati i 7 premi della scorsa edizione e il tradizionale appuntamento con i miartalks, gli incontri e le tavole rotonde che vedranno oltre 40 artisti, curatori, direttori di musei internazionali, scrittori e architetti confrontarsi sul tema Che cosa possiamo immaginare?.

Come ogni anno, l’intera città sarà animata da un ricco calendario di iniziative artistiche, nell’ambito della Milano Art Week, che coinvolgerà istituzioni, gallerie e spazi non profit. Due le novità della stagione 2018: l’Art Night no profit spaces, in programma sabato 14 aprile, e l’apertura straordinaria delle gallerie milanesi nella giornata di domenica 15. Inoltre, mercoledì 11 e giovedì 12 aprile, presso il Teatro dell’Arte della Triennale andrà in scena PRISMA, la performance nata della collaborazione fra il coreografo Alessandro Sciarroni e i video artisti Masbedo, sviluppo finale della campagna di comunicazione di miart 2018.