L’Accademia Carrara avvia il restauro “live” di una tavola di Mantegna

2 agosto 2018


All’interno del piccolo padiglione che, a partire dal 4 agosto, sarà allestito nella Sala 2, al primo piano dell’Accademia Carrara di Bergamo, i visitatori della pinacoteca lombarda potranno seguire le varie fasi del restauro della Resurrezione di Cristo di Andrea Mantegna. Nei mesi di agosto e settembre, infatti, ogni mercoledì e sabato nell’orario di apertura del museo sarà possibile assistere all’intervento curato da Delfina Fagnani.

Dopo il clamore suscitato nei mesi scorsi dall’attribuizione dell’opera alla mano del grande artista – e non più alla sua bottega –, il dipinto è stato sottoposto a una serie di indagini scientifiche preliminari, preparatorie del restauro; nell’operazione sono stati coinvoli professionisti e istituti specializzati. I risultati di raggi X, TAC, infrarosso a diverse lunghezze d’onda, falso colore, macrofotografie, analisi spettrometriche per rilievo della composizione chimica dei colori, prelievi per stratigrafia e prelievi per gascromatografia hanno fornito – e continueranno a offire, visto che in parte sono in corso di esecuzione e interpretazione – dati utili al restauro.

Il padiglione temporaneo nel quale verrà svolto l’intero processo è stato progettato da Mauro Piantelli e Madalena Tavares di De8 Architetti; è definito da compensato marino e lastre di plexiglass, dotate di una speciale pellicola opacizzata che favorisce solo in parte la trasparenza. La sua realizzazione si deve al sostegno di Rotary Club Bergamo Sud.