Guido Buzzelli: Bologna ricorda il padre del graphic novel italiano

22 ottobre 2018

Guido Buzzelli, Zil Zelub © Grazia De Stefani Buzzelli – Edizioni Coconino Press – Fandango

Scomparso nel 1992, Guido Buzzelli fu definito dal critico e giornalista Michel Grisolia il “Michelangelo dei mostri“. Un appellativo che contribuisce a delineare il ritratto di un autore di storie fantastiche e visionarie, eclettico, tragicomico, profondo, critico verso la società dei consumi, ribattezzato il “padre del graphic novel italiano“. Il suo La rivolta dei Racchi viene infatti considerato dalla critica il primo romanzo a fumetti realizzato nel Belpaese.

Vincitore dei premi Yellow Kid e Crayon d’Or, nell’arco della carriera collaborò con riviste come Linus, Alter, con l’inserto Satyricon di Repubblica, con giornali come Paese Sera, Il Messaggero e L’Espresso. Per l’editore Bonelli disegnò il primo numero della prestigiosa collana “gigante” di Tex, nel 1985, solo per citare una minima parte della sua produzione e attività.
Bologna lo ricorda con un doppio tributo: una mostra, in apertura il 23 ottobre all’Accademia di Belle Arti di Bologna, e grande un convegno di studi – il 23 novembre prossimo – al quale prenderanno parte, tra gli altri, lo scrittore Vittorio Giacopini, il critico Matteo Stefanelli e l’autore di fumetti David B.

Il progetto espositivo, in particolare, si snoda tra 150 tavole a fumetti, schizzi e bozzetti preparatori; articolate secondo sei sezioni, queste opere consentiranno ai visitatori di calarsi nei temi chiave della poetica dell’autore.
La rassegna è curata dal team del festival BilBOlbul e costituisce di fatto il preludio alla 12esima edizione della kermesse, pronta ad animare il centro storico di Bologna dal 23 al 25 novembre.
Alla realizzazione del mostra hanno collaborato anche l’Accademia di Belle Arti di Bologna e la casa editrice Coconino Press – Fandango, che di recente ha ripubblicato la già citata La rivolta dei Racchi, Labirinti e Zil Zelub all’interno del volume La Trilogia. Una nuova opera antologica delle storie a fumetti di Buzzelli – Annalisa e il diavolo, con una prefazione dello scrittore Emanuele Trevi – uscirà in occasione della rassegna bolognese.

[Immagine in apertura: Guido Buzzelli, Zil Zelub © Grazia De Stefani Buzzelli – Edizioni Coconino Press – Fandango]