Peanuts in festa alla Somerset House di Londra

23 ottobre 2018


Con GOOD GRIEF, CHARLIE BROWN! Celebrating Snoopy and the Enduring Power of Peanuts la Somerset House di Londra si appresta a rendere omaggio alla striscia a fumetti “più popolare e influente del mondo“.

A partire dal 25 ottobre, infatti, gli spazi espositivi delle Embankment Galleries riuniranno insieme oltre 100 fumetti originali, memorabilia e pezzi provenienti dallo Charles M. Schulz Museum insieme a tributi di autori contemporanei – Andy Holden, David Musgrave, Fiona Banner, François Curlet, KAWS, Ken Kagami, Lucas Price, Mark Drew, Mark Mulroney, Mel Brimfield, Mira Calix, Ryan Gander e Steven Claydon – ispirati all’universo creativo uscito dalla mente dell’amatissimo fumettista statunitense.

Obiettivo della mostra, primo grande appuntamento dedicato al mondo del fumetto realizzato dall’istituzione inglese, è riflettere sulla persistente influenza dei personaggi dei Peanuts, un vero e proprio “fenomeno” che ancora oggi – a diciotto anni dallo scomparsa del loro creatore – continuano a ispirare generazioni di lettori, ma anche artisti e designer in tutto il mondo.
La capacità delle celebri strisce di comunicare a un pubblico vasto, raccontando le complessità sociali e politiche dei nostri tempi in modo semplice ed efficace, unita alla scioltezza dimostrata nel diffondere autentiche “pillole filosofiche”, costituisce uno dei “segreti” che hanno reso questa pubblicato tra i maggiori successi internazionali nel campo dei fumetti.

Come noto, a partire dal 1950 e fino alla sua scomparsa avvenuta nel 2000, Charles M. Schulz ha prodotto 17.897 strisce Peanuts: si stima che complessivamente la sua opera abbia raggiunto un numero di lettori pari a 355 milioni di persone nel mondo. Non è dunque un caso che i personaggi al centro della fortunata serie siano entrati di diritto nell’immaginario collettivo, conquistando un posto d’onore grazie alla facilità con cui esternano – e condividono – gioie, ansie e vulnerabilità della vita quotidiana, in un groviglio di relazioni e piccoli avvenimenti nei quali è facile rispecchiarsi. La mostra londinese, riunendo lavori già esistenti e nuove opere, commissionate ad artisti e creativi contemporanei, tutti influenzati dall’universo Peanuts, oltre a indagare l’eredità di Schulz consentirà di conoscere più in profondità l’opera del fumettista. Sarà infatti possibile apprezzare – a distanza ravvicinata – disegni in larga parte inediti in Europa. In molti casi tale materiale viene presentato nel grande formato originale – Schulz lavorava anche su fogli A1, successivamente ristretti e adattati per pubblicazione – senza manomissioni o filtri.

Visitabile fino al 3 marzo, GOOD GRIEF, CHARLIE BROWN! Celebrating Snoopy and the Enduring Power of Peanuts è accompagnata da un programma di eventi collaterali d’eccezione, che si protrarrà per l’intera durata dell’appuntamento, con iniziative nelle ore diurne, di sera e nei fine settimana. La vedova del fumettista, nonché fondatrice del Charles M. Schulz Museum e Research Center, Jean Schulz, sarà presente all’opening dell’evento – il 25 ottobre ; si confronterà con Andy Holden, artista e appassionata di Peanuts. Un progetto speciale, inoltre, è stato annunciato per San Valentino; prevede una serie di eventi che si svolgeranno all’interno della mostra, inclusa la possibilità di collaborare con l’artista Wilfrid Wood.