Annunciati i finalisti del Deutsche Börse Photography Foundation Prize 2019

11 Novembre 2018

Susan Meiselas, Dee and Lisa on Mott Street, Little Italy, New York, 1976 © Susan Meiselas, 2018

Bisognerà attendere il 16 maggio per conoscere il nome dell’artista che si aggiudicherà il Deutsche Börse Photography Foundation Prize 2019, il prestigioso riconoscimento annuale che premia il meglio della fotografia europea degli ultimi dodici mesi.
A contenderselo sono Laia Abril (Spagna, 1986), Susan Meiselas (USA, 1948), Arwed Messmer (Germania, 1964) e Mark Ruwedel (Stati Uniti, 1955), i cui nomi figurano nella shortlist annunciata nei giorni scorsi.
La parità di genere, l’ingiustizia sociale, i diritti umani sono tra i temi affrontati nelle loro opere, dalle quali non è escluso anche un approccio di tipo concettuale, a dimostrare del grande potenziale comunicativo dell’arte fotografica. \

Giunto alla sua 22esima edizione, il premio, originariamente promosso da The Photographers’ Gallery e successivamente sviluppato in collaborazione con la Deutsche Börse Photography Foundation, è associato a una mostra che riunirà tutti i progetti selezionati. La collettiva è in programma negli spazi de The Photographers’ Gallery, a Londra, dall’8 marzo al 2 giugno, e successivamente farà tappa nella sede della Deutsche Börse a Eschborn – Francoforte.
Il vincitore, oltre all’importante titolo, riceverà 30mila sterline.
Composita la giuria incaricata di valutare gli autori finalisti; ne fanno infatti parte Sunil Gupta, artista, scrittore, attivista e curatore; Diane Dufour, direttore di Le Bal, Parigi; Felix Hoffmann, Chief Curator presso C/O Berlin; Anne-Marie Beckmann, direttore della Deutsche Börse Photography Foundation di Francoforte; Brett Rogers, direttore della The Photographers’ Gallery di Londra (senza diritto di voto).

[Immagine in apertura: Susan Meiselas, Dee and Lisa on Mott Street, Little Italy, New York, 1976 © Susan Meiselas, 2018]