Lo speciale programma per l’ultimo weekend di Manifesta 12

1 novembre 2018

Manifesta-12-Palermo-Matilde-Cassani-Photo-by-Simone-Sapienza

La biennale europea “nomade” Manifesta, giunta quest’anno alla sua dodicesima edizione, si appresta a salutare Palermo. Questo è difatti l’ultimo fine settimana per scoprire – o ammirare ancora una volta – lo straordinario cambiamento vissuto dalla città siciliana, il cui tessuto urbano dallo scorso giugno è stato arricchito da progetti e installazioni di arte contemporanea: le nuove tendenze della creatività hanno saputo entrare in dialogo con giardini incantati e antichi palazzi nobiliari, magnifiche chiese e oratori, rivitalizzando agli occhi dell’uomo contemporaneo una serie di tesori di millenaria bellezza.
Per celebrare al meglio il grande successo di Manifesta 12 Palermo, lo staff e gli artisti della biennale hanno inoltre concepito un programma unico di eventi e performance – consultabile all’indirizzo www.manifesta12.org/finissage – in chiusura della kermesse, a cominciare da questo giovedì 1 novembre e fino a domenica 4.

Lo stesso fine settimana segna inoltre la conclusione del Public Programme, con il terzo e ultimo capitolo intitolato Interspecies. A segnarne l’inizio sarà Fabrizio Terranova con il film documentario Donna Haraway: Story Telling for Earthly Survival. Nei giorni seguenti, da segnalare la festa celebrativa di sabato 3 (dalle ore 13) nel giardino di via Primo Carnera, allo ZEN2, con Gilles Clément, lo staff di Coloco e di Zen Insieme, tutta la comunità che ha realizzato il progetto Diventare Giardino.
L’ultimo giorno di Manifesta 12 Palermo vedrà invece il Teatro Garibaldi trasformarsi in un’agorà, spazio aperto al dibattito pubblico con la tavola rotonda The Coexistence Assembly, moderata da Andrés Jaque e Chiara Cartuccia. Si discuterà collettivamente dell’impatto e del lascito della biennale, poi, a partire dalle 17, con relatori l’Assessore alla Cultura di Palermo Andrea Cusumano, la direttrice di Manifesta Biennial Hedwig Fijen e il Direttore generale di Manifesta 12, Roberto Albergoni. Avverrà così il simbolico passaggio di consegne tra Palermo e Marsiglia, che ospiterà la futura edizione della biennale europea.

Non solo Manifesta, in realtà, ma tutto il panorama culturale di Palermo intende festeggiare al meglio il termine di questa straordinaria esperienza collettiva.
Per questo durante il weekend, oltre al programma di eventi ufficiali e collaterali legati alla kermesse, altre iniziative si aggiungeranno: dalla presentazione del Festival Liminaria, con relativa soundwalk da Porta Sant’Agata, al festival I-design che continuerà a proporre gli eventi della sua settima edizione – Beyond Borders – tutti incentrati sulla contaminazione culturale che avviene nel design contemporaneo.

Gran finale attende i visitatori la sera di domenica 4 novembre, a partire dalle ore 21. Il Teatro Garibaldi di Palermo ospiterà infatti un dj-set di Invernomuto, cui seguirà la presentazione dell’ultimo capitolo di Black Med, commissionato dalla biennale per Il Giardino Planetario. Coltivare la Coesistenza.

[Immagine in apertura: Opera di Matilde Cassani, photo by Simone Sapienza]