La Natività di Francesco Simeti che ricorda l’opera rubata di Caravaggio

31 dicembre 2018

Francesco Simeti Natività Oratorio di San Lorenzo Palermo

È Francesco Simeti l’artista che quest’anno anima Next, l’iniziativa promossa a Palermo dall’Associazione Amici dei Musei Siciliani, creando un dialogo fra passato e presente nell’Oratorio di San Lorenzo. Proprio questa sede ha custodito, fino al 1969, la Natività con i santi Lorenzo e Francesco di Caravaggio, trafugata e mai più ritrovata31.

Da 9 anni l’associazione siciliana invita un artista contemporaneo a cimentarsi nella realizzazione di un’opera ispirata al soggetto caravaggesco, esponendola poi nel medesimo luogo. Il risultato è un dialogo tra passato e presente, all’insegna della creatività e della speranza di ritrovare, un giorno, il prezioso capolavoro del Merisi.

Quest’anno Francesco Simeti ha dato vita a una Natività sui generis, dominata esclusivamente da animali e da citazioni di Benozzo Gozzoli, Giotto e dei bestiari medievali. Colorato e denso, il lavoro di Simeti è esposto per la prima volta insieme al telaio originale della Natività di Caravaggio, attualizzandone l’assenza.