È Rio de Janeiro la prima capitale mondiale dell’architettura UNESCO

26 gennaio 2019

Rio De Janeiro

Già sede dei Giochi Olimpici 2016, Rio de Janeiro torna a concentrare su di sé l’interesse degli specialisti del settore architettura: è stata infatti appena nominata Capitale mondiale dell’architettura 2020.

Il titolo, assegnato dall’UNESCO, consentirà alla città brasiliana di ospitare il congresso promosso dall’UIA – Unione internazionale degli architetti.
Per la prima volta nella sua storia, l’evento si terrà nel Paese sudamericano, che per l’occasione sarà sede – non solo a Rio, ma anche in altre località della regione circostante – di mostre, conferenze, workshop e altre iniziative.
Secondo le stime, circa 25mila persone tra architetti e studiosi di architettura di tutto il mondo raggiungeranno la città in occasione dell’UIA2020Rio. All the worlds. Just one world è il tema guida di questa edizione del forum internazionale, un’occasione di confronto e scambio tra gli specialisti del settore sulle sfide globali dalla professione, a partire dalla sostenibilità.

Soddisfazione è stata espressa da Nivaldo Andrade, presidente dell’Istituto degli architetti brasiliani, che ha sottolineato come Rio sia già un punto di riferimento dell’architettura globale, grazie alla presenza di opere realizzate da grandi professionisti come Oscar Niemeyer, Roberto Burle Marx e Lucio Costa.
La città è anche un simbolo delle sfide contemporanee degli architetti e un riferimento per le esperienze positive nel campo dell’urbanistica, come i programmi di urbanizzazione delle favelas. Possiamo dire che Rio sintetizza le caratteristiche che si trovano nelle città non solo in Brasile, ma in diversi paesi del mondo“, ha inoltre dichiarato Andrade. L’appuntamento è a Rio, dal 19 al 26 luglio 2020.