Effetto Beyonce e Jay-z al Louvre: visitatori in crescita nel 2018

4 gennaio 2019


Saldamente in vetta nella classifica mondiale dei musei più visitati al mondo, il Louvre di Parigi ha ufficialmente superato quota 10 milioni di ingressi nel 2018. Si tratta di un dato che attesta una crescita pari al 25% rispetto all’anno precedente, con un incremento di oltre 2 milioni di visitatori.
Tra i fattori ritenuti determinanti per il raggiungimento di questo straordinario risultato, gli osservatori e specialisti del settore indicano la sensazione di maggiore sicurezza percepita dai turisti, che hanno ripreso a scegliere Parigi dopo il periodo di “incertezza” successivo agli attacchi terroristici avvenuti nella capitale francese nel 2015.

Sebbene non sia nuovo al raggiungimento di “numeri record” – nel 2012 aveva celebrato quota 9.7 milioni di visitatori -, nel corso del 2018 il Louvre avrebbe beneficiato di una sorta di “effetto attrattivo” generato dalla scelta di Beyonce e Jay-Z di girare, proprio all’interno del museo, il video del loro singolo Apeshit. Con poco meno di 150 milioni di visualizzazioni su You Tube, anche secondo il direttore del museo, Jean-Luc Martinez, il video avrebbe contributo ad attirare nuovi visitatori.
Analizzando i dati relativi alla composizione del pubblico, si nota come gli under 30 rappresentino oltre il 50% del totale: un parametro che confermerebbe la posizione espressa di Martinez, il quale commentando la notizia del nuovo record ha anche ricordato la recente apertura del Louvre Abu Dhabi come ulteriore fattore.
Impossibile, infine, non citare tra le concause l’interesse derivante dalle importanti mostre ospitate nel corso del 2018, a partire dalla straordinaria retrospettiva dedicata a Eugène Delacroix, così come il rinnovamento di alcuni dei servizi offerti ai visitatori, tra cui la ristrutturazione dell’ingresso e della biglietteria.

E per il 2019 il Louvre non intende fermarsi: Martinez spera di portare ancora più giovani visitatori nel museo grazie al nuovo format delle visite notturne gratuite, previste ogni primo sabato del mese. Grande, infine, è l’attesa per la mostra con cui il Louvre renderà omaggio a Leonardo da Vinci, nel 500esimo anniversario della scomparsa.